Sequestrata vasta area sottoposta a lavori di bonifica. Indagati amministratori e responsabili dei lavori

2' di lettura 26/05/2022 - Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Pavia, su delega della Procura della Repubblica di Pavia, sta eseguendo il sequestro probatorio di un'area di circa 140.000 mq facente parte del SIN ex Fibronit di Broni.

Contestualmente vengono perquisiti gli uffici della Stazione appaltante e di n. 2 società esecutrici della progettazione e dell'esecuzione dei lavori del 2' lotto di bonifica.
II sito è inserito tra i Siti di Interesse Nazionale (SIN) che rappresentano aree contaminate di particolare estensione classificate come pericolose dallo Stato Italiano e che necessitano di interventi di bonifica del suolo, del sottosuolo e/o delle acque superficiali e sotterranee per evitare danni ambientali e sanitari.
lavori consistevano nel completamento dello smaltimento dei manufatti/tubazioni collocati sui piazzali esterni dello stabilimento, della bonifica dell'interno dei capannoni contaminati da amianto e della rimozione e smaltimento di tutte le lastre di copertura e tamponamento degli edifici dell'area-


Per tale lotto di lavori. la società aggiudicataria ha ricevuto. complessivamente, oltre 8 milioni di euro a titolo di contributi e/o finanziamenti erogati dal Ministero dell'Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare e, in parte, dalla Regione Lombardia.

Le principali ipotesi di reato per cui si sta procedendo sono Frode nelle pubbliche forniture — art. 356 c.p. Truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche — ad. 640 bis c.p., alcuni delitti contro l'ambiente, fra cui Inquinamento ambientale - ad. 452 bis c.p., Omessa bonifica — 452 terdecies c.p., Attività di gestione di rifiuti non autorizzata - art. 256 de! D.Lgs n. 152/2006 (Codice dell'ambiente), nonché numerose Violazioni delle misure di prevenzione e protezione dai rischi connessi all'esposizione all'amianto (artt. 251, 252 e 262 del D.Lgs. n. 81/2008, T.U. sulla salute e sicurezza sul lavoro) e Responsabilità amministrativa degli enti per gli illeciti amministrativi dipendenti da reato artt. 5. 6, 24 e 25undecies del D.Lvo n. 231/2001. Contestualmente vengono notificati diversi avvisi di informazione di garanzia ad altrettanti soggetti indagati fra amministratori e direttori tecnici.






Questo è un articolo pubblicato il 26-05-2022 alle 14:35 sul giornale del 27 maggio 2022 - 112 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c9dx





logoEV